O fetiţă fascinată de leul din faţa ei a început să mângâie impozantul animal. Ce-i drept, între felină şi fetiţă era un geam gros şi foarte rezistent.

Cu toate că nu avea cum să simtă mângâierile fetiţei, leul a reacţionat totuşi la gesturile ei, iar reacţia lui a devenit virală pe Internet.

 

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = „//connect.facebook.net/ro_RO/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

La bambina e il leone: carezze dietro al vetro

Questo video girato tre anni fa allo Zoo Franklin di Boston ha ricevuto ultimamente moltissime visualizzazioni. Il filmato mostra una bambina accarezzare un leone attraverso il vetro di separazione che preclude il contatto con gli animali, molti giardini zoologici difatti si avvalgono di questo espediente perché considerato il più efficace nel 'mimetizzare' la cattività. Uno stratagemma che ha effetto solo chiaramente su un pubblico superficiale, nulla cambia per gli animali che sono comunque privati della loro vita. I molti commenti a questo video chiaramente si soffermano sul comportamento del leone, che in un momento ruggisce e mostra gli artigli e poco dopo sembra cercare le carezze della piccola, nonostante il vetro gli impedisca di sentirle. Belva feroce o grande micione? Forse niente di tutto questo, ma solo un animale con due grandi occhi tristi, che interagisce con chi ha di fronte perché la noia e la frustrazione nei giardini zoologici sono troppo grandi. Ogni giorno identico al precedente, trascorso in un piccolo ambiente addobbato in maniera ridicola a luogo selvaggio. Come se qualche pietra e alcuni alberi possano essere una valida alternativa ad una vita libera, vissuta in natura seguendo il proprio istinto e i propri desideri. Ecco perchè siamo contro gli zoo, i circhi, i delfinari e gli acquari e li vorremmo vedere tutti chiusi. Gli animali non possono liberarsi da soli da queste prigioni ed hanno un estremo bisogno dell’impegno di tutti noi per mettere fine alla discriminazione dello specismo. Anche del tuo. Diventa attivista per gli animali | www.essereanimali.org/diventa-attivistaSeguici su Essere Animali

Posted by Essere Animali on 24 Iulie 2012